Top Ten di Prato

 


 

La rassegna dei campioni e delle campionesse capaci di scalare i vertici delle classifiche mondiali open sino a raggiungerne l’Olimpo - ovvero di guadagnare un primato personale compreso entro la decima posizione dei ranking ATP e WTA - dopo essersi cimentati sui campi rossi del Tennis Club Prato in occasione del torneo internazionale junior si è appena arricchita del nome di Alexander Zverev. Infatti, il ragazzone tedesco di sangue russo nel 2017 all’età di 20 anni e 7 mesi è riuscito nell’impresa di diventare numero tre del mondo alle spalle di Rafael Nadal e del suo idolo degli anni verdi, Roger Federer, a sua volta protagonista di questo torneo nel 1997.
In particolare, nell’arco degli ultimi dodici mesi sono saliti a 35 i nomi dei top ten mondiali che abbiamo ammirato in anteprima nel “Città di Prato”. Lo testimonia il quadro riepilogativo qui riportato che traduce l’analisi delle presenze registrate in tutte le edizioni del torneo giocate nell’ambito del circuito promosso dalla Federazione internazionale. È un quadro che va letto non solo in termini storico-statistici ma come testimonianza della qualità , del prestigio e della eccellenza che il Città di Prato ha guadagnato anno dopo anno, in particolare a partire dal 1993.
Nell’intera storia del circuito Junior World Ranking dell’ITF – di certo la più importante e meritoria realtà del tennis giovanile internazionale - pochissimi tornei, e segnatamente soltanto quelli (e non tutti) che hanno fatto parte delle categorie di vertice, possono vantare una partecipazione paragonabile a quella che conta il Città di Prato se analizzata, a posteriori, sulla base delle classifiche mondiali open. In sintesi, è una partecipazione che sottolinea la splendida immagine che questo torneo è stato capace di costruirsi in un tempo insolitamente breve. Di più: nel mondo del tennis junior il Tennis Club Prato anno dopo anno ha dato vita ad una invidiabile tradizione che, specie nel nostro sport, costituisce un autentico tesoro. Ebbene, questo tesoro traduce, e nello spesso tempo esprime, anzitutto la passione e le capacità organizzative di cui hanno dato prova non pochi dirigenti e tecnici - tra i quali, in primis, il Maestro Antonio Maccioni - nonché il clima di eccellente, gradevole e genuina ospitalità che si respira tra questi campi rossi e della quale sono stato testimone per molti anni. E va aggiunto che, nel tempo, è stata ampiamente premiata la filosofia che ha sempre guidato le scelte degli organizzatori: in particolare la decisione di privilegiare la scoperta dei giovanissimi talenti. Leggendo la tabella qui pubblicata, annotiamo che, con Roger Federer, Andy Murray, Kim Clijsters, Dinara Safina e Ana Ivanovic, il top di Prato comprende cinque numeri uno del mondo, e altrettanti numeri due: Tommy Haas, Magnus Norman, Vera Zvonareva, Anastasia Miskina e Conchita Martinez.
L’Italia è rappresentata da quattro ragazze. Si tratta di Flavia Pennetta, che per la prima volta ha tinto d’azzurro, nel 2009, il ranking mondiale WTA delle top ten mondiali e che nel 2015 ha guadagnato la sesta poltrona mondiale in virtù del clamoroso successo riportato negli US Open. Di Francesca Schiavone, che grazie alla vittoria raggiunta a Parigi nel 2010 è salita sino al numero 4 del mondo, con ciò eguagliando Adriano Panatta. Di Sara Errani cha ha raggiunto il numero cinque nel mese di maggio del 2013 e che su questi campi si cimentò pochi giorni dopo aver compiuto 14 anni. Infine di Roberta Vinci che, grazie alla finale 2015 raggiunta negli US Open ed al titolo conquistato a San Pietroburgo nel febbraio successivo, è diventata numero sette del mondo. Prima di loro, autrice della miglior posizione raggiunta da una italiana era stata Silvia Farina, qui vittoriosa nel 1989 e autrice dei quarti nel 1987, che fu numero 11 del mondo nel 2002. E va anche ricordato che Roberta Vinci a Prato, all’età di 16 anni, vinse il titolo nel 1999 senza cedere un set e che con la finale US Open ha condiviso con Flavia il momento più esaltante vissuto dal tennis italiano in gonnella nella sua intera storia.
 

 

Alexander Zverev’s name has just been added to the list of champions who have climbed so high in the Open world rankings that they have reached the Olympus - in other words they have been able to gain a personal record within the tenth position of the ATP and WTA rankings- after having tested themselves on the Prato Tennis Club’s fields on the occasion of the International Junior Tournament. In fact this half Russian German boy became number three in the world in 2017, when he was not even 21 years old, behind Rafael Nadal and Roger Federer, who played the starring role in the same tournament in 1997 and who was his idol when he was younger.
In particular, over the last twelve months, the names of the top ten world championships that we previewed in the “Città di Prato” Tournament have risen to 35.
This is proved by the summary reported here which shows the attendances recorded in all the editions of the tournament played as part of the championship sponsored by the International Federation.
It’s a summary that should be read not only in historical and statistical terms but as an evidence of the quality, prestige and excellence that the “Città di Prato” tournament has gained year after year, particularly since 1993.
In the whole history of the Junior World Ranking ITF championship - certainly the most important and laudable reality of the international youth tennis - very few tournaments, and notably only those (and not all of them) that have been part of the top category, can boast a participation comparable to the one that the “Città di Prato” tournament has got, especially if analyzed, retrospectively, on the basis of Open world rankings. In short, it is a participation that emphasizes the beautiful image that this tournament has been able to build in an unusually short time. Even more: in the junior tennis world Prato’s Tennis Club has created year after year an enviable tradition that is a genuine treasure, especially for our sport. Well, this treasure explains and at the same time it conveys first of all the passion and the organizational skills which have been shown by many managers and coaches - among which, first and foremost, the Maestro Antonio Maccioni - as well as the mood of superb, pleasant and genuine hospitality prevailing on these tennis courts which I have been witness to for many years.
It should be added that, over time, the philosophy that has always guided the organisers'choices has been widely rewarded: in particular the decision to prefer the discovery of very young talents.
Scanning the table published here, we note that, with Roger Federer, Andy Murray, Kim Clijsters, Dinara Safina and Ana Ivanovic, the Prato Top Open includes five number one in the world as well as five number two: Tommy Haas, Magnus Norman, Vera Zvonareva, Anastasia Miskina and Conchita Martinez.
Italy is represented by four girls: Flavia Pennetta, who for the first time reached the WTA world ranking of the world top ten in 2009 and who earned the sixth world position by virtue of the resounding success obtained in the US Open in 2015; Francesca Schiavone, who thanks to the victory achieved in Paris in 2010 was promoted to number 4 in the world, thereby equalling Adriano Panatta; Sara Errani, who reached number five in May 2013 and who tested herself on these courts a few days after turning 14 years old; eventually Roberta Vinci, who thanks to the 2015 final in the US Open and to the title won in Saint Petersburg in February last year has become number 7 in the world.
Before them, the best position reached by an Italian player was that of Silvia Farina (victory here in 1989 and quarter final in 1987) who was number 11 in the world in 2002.
We should also remember that Roberta Vinci won the title in Prato in 1999 at the age of 16 without giving a set in and that she shared with Flavia during the US Open final the most exciting moment experienced by female Italian tennis in its entire history.

 

Viviano Vespignani

 


 

 

Giocatori e giocatrici

(nazione e anno di nascita)

Record personale

(data relativa)

Risultati

(ottenuti a Prato)

UOMINI

   

Roger Federer (Svi, 1981)

1° (10/09/2003)

W 1997

Andrew Murray (Gbr, 1987)

1° (07/11/2016)

W 2003

Tommy Haas (Ger, 1978)

2° (13/05/2002)

W 1995

Magnus Norman (Sve, 1976)

2° (12/06/2000)

Q 1993 (2°)

Sergi Bruguera (Soa, 1971)

3° (01/09/1994)

2°t 1987

Ivan Ljubicic (Cro, 1979)

3° (01/05/2006)

W 1996, Q 1995 e 1°t 1994

Milos Raonic (Can, 1990)

3° (21/11/2016)

2°t 2007

Alexander Zverev (Ger, 1997)

3° (06/11/2017)

F 2013

Sebastien Grosjean (Fra, 1978)

4° (28/10/2002)

2°t 1995

Juan Martin Del Potro (Arg, 1988)

4° (11/01/2010)

2°t 2003

Robin Soderling (Sve, 1984)

4° (15/11/2010)

S 2001

Thomas Johansson (Sve, 1975)

7° (10/06/2002)

W 1993 (1°)

Mardy Fish (Usa, 1981)

7° (15/08/2011)

1°t 1998

Radek Stepanek (Cze, 1978)

8° (10/07/2006)

Q 1996 e 1°t 1995

Magnus Larsson (Sve, 1970)

10° (17/04/1995)

Ott 1987

Kevin Anderson (Rsa, 1986)

10° (12/10/2015)

3°t 2004

     

DONNE

   

Kim Clijsters (Bel, 1983)

1° (11/08/2003)

S 1997 e Q 1998

Ana Ivanovic (Srb, 1987)

1° (09/06/2008)

Ott 2002

Dinara Safina (Rus, 1986)

1° (20/04/2009)

W 2001

Conchita Martinez (Spa, 1972)

2° (30/10/1995)

W 1987

Anastasia Myskina (Rus, 1981)

2° (13/09/2004)

Q 1997 e Ott 1998

Vera Zvonareva (Rus, 1985)

2° (25/10/2010)

W 2000, Q 2001 e Ott 1999

Elena Dementieva (Rus, 1981)

3° (06/04/2009)

S 1997

Jelena Dokic (Scg, 1983)

4° (19/08/2002)

Ott 1998

Francesca Schiavone (Ita, 1980)

4° (31/01/2011)

Q 1998

Samantha Stosur (Aus, 1984)

4° (21/02/2011)

2°t 1999

Johanna Konta (Gbr, 1991)

4° (16/07/2017)

S 2007

Daniela Hantuchova (Svk, 1983)

5° (27/01/2003)

S 1998

Sara Errani (Ita, 1987)

5° (20/05/2013)

1°t qual 2001

Flavia Pennetta (Ita, 1982)

6° (28/09/2015)

Q 1999

Belinda Bencic (Sui, 1997)

7° (22/02/2016)

S 2012

Nicole Vaidisova (Cze, 1989)

7° (14/05/2007)

1°t 2002

Roberta Vinci (Ita, 1983)

7° (09/04/2016)

W 1999

Ekaterina Makarova (Rus, 1988)

8° (06/04/2015)

1°t 2003 e Q 2004

Maria Kirilenko (Rus, 1987)

10° (10/06/2013)

1°t 2001

 

 

Ultime Notizie

La Nazione 18-05-2018

Il resoconto giornalistico sul Torneo ITF Under 18

Leggi tutto...
Registrazione Finale Maschile

Finale maschile

Leggi tutto...
Registrazione Finali in TV

Comunichiamo a tutti i Soci che stasera dalle ore 22.30 sul canale Toscana TV (194 del Digitale Terrestre) sarà trasmessa una sintesi delle Finali del 36° Torneo ITF "Città di Prato"

Altre interviste

Altre interviste al termine del torneo

Leggi tutto...
Interviste al termine del torneo

Di seguito troverete le interviste eseguite da Vezio Trifoni alla fine del Torneo

Leggi tutto...

 

Archivio News

 

 

Sponsor Tecnici


COOKIE:

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Maps. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e informarti su come disabilitarne l’uso clicca sul link "Voglio più informazioni"